10 modi per combattere la febbre da fieno

0

La fioritura primaverile ed estiva di erba, alberi e fiori causa molti problemi alle persone sensibili al polline. Si soffre di febbre da fieno, che si manifesta principalmente con starnuti, infiammazione degli occhi, naso che cola e prurito a gola e occhi. Cosa puoi fare per prevenire la febbre da fieno o massimizzare il sollievo dei sintomi?

1. Evita di spostarti in aree dove si trova polline, come prati, parchi, giardini, foreste. Nel periodo in cui le piante che causano problemi fioriscono, non fare la ventilazione troppo spesso. È possibile installare il sistema di rete protettiva sulle finestre e così trattenere una buona quantità di polline, e scegliere il condizionatore d’aria con buoni filtri HEPA o comprare depuratori e umidificatori.

2. Hai fatto una passeggiata fuori durante il giorno? Per evitare problemi con la febbre da fieno al mattino, fai una doccia la sera, lavati i capelli e tutti i vestiti prima di andare a letto. Si accumula polline sui vestiti e sui capelli che altrimenti si trasferirebbero sul letto e quindi si inala il polline dal cuscino per tutta la notte.

Lavaggio dei capelli

Prima di andare a letto, prenditi del tempo per te e lavati bene i capelli.

3. Non indossare mai scarpe nell’appartamento, ma togliele e indossa le pantofole. Si può trovare del polline anche sulle scarpe!

4. Asciugi il vestito lavato all’aria aperta? La polvere sul vestito può causare la febbre da fieno. Usa invece l’asciugatrice.

5. Assicurati di sostituire regolarmente i filtri dell’aria nell’auto. Regola il condizionatore d’aria in modo che con un piacevole raffreddamento la polvere dannosa non raggiunga il naso.

6. Pulisci le narici con soluzione salina. Per ridurre la sensazione di prurito alla gola, bevi acqua calda con succo di limone o tisane.

7. La febbre da fieno può essere aggravata dal consumo di qualche alimento. Se sei allergico all’erba, evita arance, pomodori, fichi e meloni. Per altre cause, la febbre da fieno può essere aggravata da banane, cetrioli, zucchine, carciofi, ciliegie, fragole, sedano, mandorle, ibisco e camomilla. Come puoi determinare quali alimenti non sono adatti a te? Di solito noterai un peggioramento dei sintomi già mezz’ora dopo il consumo.

Il tè di camomilla

Il tè di camomilla è un eccellente antistaminico naturale.

8. Hai un animale domestico a quattro zampe? Un cane e un gatto possono trasferire polline dal loro pelo. È meglio pulirli accuratamente con un panno umido e una spazzola prima di entrare nell’appartamento o rimanere fuori il più spesso possibile durante la fioritura di piante problematiche.

9. Mangia cibi che contengono antistaminici naturali, come mele, agrumi, aglio e cipolle. Attenzione: le mele aiutano alcune persone e non fanno bene ad altre.

10. Segui le avvertenze per qualche pianta e cerca di organizzare la giornata così. Quando il tempo soleggiato e il caldo provocano la fioritura, e quando soffia il vento forte, resta a casa ed evita di fare l’attività fisica. Per esempio, sarebbe meglio uscire dopo il lavoro, quando piove.

Share.

About Author